Vendite a livello transfrontaliero in Europa

Share thisShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Buffer this page

L’Europa è ancora un mercato non sfruttato. I venditori possono fiorire attraverso i confini dell’Unione Europea, perché la domanda è alta e la vendita transfrontaliera è ora molto più facile.

Il 30 per cento di tutte le vendite online in Europa sono ora transfrontaliere. Gli acquisti dei venditori basati al di fuori dell’UE sono aumentati dal 13 per cento al 18 per cento dal 2012.

Solo il 12 per cento dei rivenditori dell’UE vendono on-line per i consumatori in altri paesi dell’UE, secondo Eurostat, l’ufficio statistiche dell’Unione europea.

Eurostat individua il motivo ed afferma che “la ragione principale per cui l’UE é attualmente in ritardo rispetto agli Stati Uniti a sfruttare il potenziale di crescita dell’eCommerce è l’insufficiente sviluppo del commercio elettronico transfrontaliero.”

Domanda transfrontaliera

La forte domanda viene soddisfatta da un piccolo numero di rivenditori europei e sempre più da fuori. Come mai non sono più i venditori con sede nell’UE ad espandersi verso i mercati limitrofi?

Abituati alla vendita sul mercato interno, attraverso canali ben definiti come Amazon, eBay e siti web di vendita al dettaglio, molti venditori percepiscono che la vendita in altri territori è troppo rischiosa o addirittura impossibile.

I dati raccontano una storia diversa.

Euro Shopping Online Dati:

  • L’Europa ha 508 milioni di consumatori
  • Il 65 per cento degli utenti comprano online
  • Le vendite online sono cresciute del 18,6 per cento rispetto allo scorso anno

I tre grandi paesi (Regno Unito, Germania e Francia) dominano con una quota del 81.5 per cento sul mercato per un valore pari a € 176 m. Spagna (18.8%) ha il più alto tasso di crescita di vendite online, seguita da Germania (18.3%) e Polonia (17.8%). Come mostrato di seguito, i mercati immaturi nei Paesi Bassi, la Svezia e l’Italia stanno vedendo una crescita significativa.

I top 8 paesi dell’Unione Europea per le vendite online.

transfrontaliero

Il sondaggio sul commercio elettronico transfrontaliero ha trovato che i tre ostacoli principali per i commercianti con sede nell’UE sono:

  • Frammentazione giuridica – quadri incoerenti che inibiscono la negoziazione
  • I sistemi fiscali – mancanza di armonia delle aliquote IVA tra i paesi
  • Logistica – distribuzione è ancora costoso e lento

Il nuovo sondaggio del commercio elettronico transfrontaliero di PayPal dimostra che il costo delle spese di spedizione è la ragione principale per cui gli acquirenti stranieri abbandonano gli acquisti nei carrelli degli acquisti on-line. L’incertezza circa le tasse locali e tempi di consegna sono gli altri motivi per cui i clienti non riescono a convertire.

Abbattere i muri regolamentari?

I legislatori di Bruxelles stanno ascoltando e sembrano intenzionati a sviluppare un regime più a livello europeo sull’e-Commerce. La legislazione sul mercato unico digitale dell’UE, attualmente sta facendo strada attraverso la Commissione europea, che tenterà di unificare un mosaico di 28 paesi dei mercati per dare agli acquirenti un migliore accesso ai prodotti on-line e ai venditori maggiore certezza giuridica.

Rimuovendo l’onere di vendere attraverso le frontiere, l’UE vuole creare un ambiente più amichevole di vendita online per competere con gli Stati Uniti e l’Asia. Quando la normativa passa, si prevede che il consumo on-line dell’UE sarà potenziato di 18 miliardi di euro.

Una serie di misure stanno considerando che potrebbero rendere i servizi di consegna di alta qualità e più accessibili. Le proposte sono progettate per migliorare la trasparenza dei prezzi e affrontare bassi tassi di fiducia del compratore con un mercato unico per la consegna dei pacchi.

L’opportunità di prendere nuovi clienti e scalare il tuo business attraverso mercati transfrontalieri è enorme.

 

 

Share thisShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Buffer this page
Rupert Heather

About Rupert Heather

Rupert dá pareri esperti e fornisce un'analisi completa del mondo della vendita on-line che é in continua evoluzione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>